Pedali CUSTOM

BMV loop volumed ab switch vadoinmessico

BUFFERED MASTER VOLUME
Il BMV è un attenuatore attivo, ovvero un buffer a guadagno unitario con controllo del volume in uscita. Utile per avere uno scalino di volume negativo, in modo da ottenere un suono pulito con il segnale attenuato e uno scalino in alto con il pedale in bypass, il tutto senza però alterazioni del tono grazie alla presenza del buffer.
Custom for DAVIDE ARU

LOOPER
Loop singolo, per bypassare un pedale o una serie di effetti. Comodo per gestire pedali non true bypass che non si posso modificare.
Loop doppio selezionabile, per passare da una catena (o un effetto) all’altro, potendo gestire passaggi di suono anche molto complessi.

VOLUMED A/B SWITCH
1 Ingresso e 2 Uscite con controllo indipendente del volume, ottimo per gestire i volumi su due diversi amplificatori.
Custom for CAFÈ NOIR

ACTIVE ABY
2 Ingressi e 1 Uscita, 2 Canali in parallelo con mixer interno per sommarli. Perfetto per utilizzare due strumenti in contemporanea con lo stesso amplificatore.
Custom for VADOINMESSICO

4 commenti su “Pedali CUSTOM

  1. Ciao, molto interessante, se è come spero, questa potrebbe essere “la scatoletta dei miei sogni!! Sono “maniaco” della trasparenza e integrità del segnale della chitarra in bypass (uso prevalentemente chitarre semiacustiche e ho notato che basta anche un solo pedale tra chitarra e amplificatore per “intorbidire” il segnale della chitarra in bypass)… ma non sono molto esperto in elettronica e amplificazione. Quali vantaggi offre l’utilizzo del send-return di questo custom loop rispetto al send-return del loop dell’amplificatore? Il pulsante sul custom loop è un “true bypass” (cosa che l’amplificatore non ha)? Generalmente suono più in bypass che con gli effetti ma mi piace “colorare” e sperimentare con essi… Ecco la lista degli effetti che posseggo e uso: accordatore Fender PT-100; pedale-volume Fender Classics (ad alta impedenza ma, mi risulta, nel send/return sarebbe preferibile un pedale-volume a bassa impedenza… giusto?); ho un Rat che uso con l’ampli a transistor ma sul mio valvolare preferisco usare la distorsione del canale drive; Lexicon LXP5; Boss tremolo TR-2; Inoltre sono in attesa del TC Electronics Ditto looper e a questa lista potrebbero aggiungersi, prima o poi, altri due pedali della Electro Harmonics: il Ravish Sitar e la B9 organ Machine. Già che ci sono chiedo un consiglio sull’ordine di “piazzamento” dei suddetti effetti nella catena. Mi rendo conto che le domande sono tante, grazie della pazienza, saluti e complimenti!

    1. @Francesco
      Il Custom Loop in oggetto è un looper true bypass che serve a gestire tutto ciò che è inserito nel S/R del pedale, attivandolo e disattivandolo.
      Questo consente di avere un “true bypass” di una serie di pedali insieme.

      Il S/R dell’ampli è una cosa completamente diversa, inserita tra il preamp e il finale, generalmente seriale e senza quasi sempre senza possibilità di attivazione.

      Nel tuo caso potresti usare il Custom Loop come bypass generale, mettere all’interno tutti i pedali e attivarli al bisogno.

      Come catena:
      PT-100
      Volume
      Rat
      TR-2
      Lexicon LXP5
      Ditto

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Torna in alto